Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

L'Austria vuole il protocollo Acqua della Convenzione delle Alpi

Gli obiettivi di lavoro della Presidenza austriaca della Convenzione delle Alpi sono stabiliti. Il 18 marzo il Ministro dell'ambiente Josef Pröll ha presentato il programma austriaco in una conferenza stampa a Innsbruck/A. Secondo quanto affermato da Pröll, gli interessi dell'Austria si concentreranno in particolare sull'approvazione di un protocollo dedicato all'acqua, alla problematica del traffico e alla conclusione del rapporto sullo stato delle Alpi.
Per i prossimi due anni l'Austria avrà la presidenza della Convenzione delle Alpi.
Pröll ha richiamato l'attenzione sull'importanza dell'intero arco alpino per il bilancio idrologico d'Europa e sulla problematica delle molteplici rivendicazioni di utilizzazione. Con la Direttiva quadro sulle acque nell'UE esiste già un importante strumento per la protezione transfrontaliera delle acque, tuttavia non tutti gli Stati contraenti della Convenzione delle Alpi sono anche membri dell'UE. Secondo Pröll "Noi vediamo qui la necessità di creare un quadro giuridico anche nell'ambito della Convenzione delle Alpi e presto avvieremo i preparativi in tal senso". Con questa iniziativa l'Austria riprende un'annosa richiesta della CIPRA, così come di diverse associazioni ambientaliste.
L'Austria intende inoltre utilizzare nei prossimi anni la sua doppia Presidenza - Convenzione delle Alpi e UE - per porre come tema chiave a livello internazionale la questione di uno sviluppo dei trasporti sostenibile ed economicamente compatibile nello spazio alpino. A questo proposito l'attenzione non deve essere rivolta solo al traffico di transito, ma anche al traffico interno alpino e al traffico di destinazione turistico. Il Ministro dell'ambiente Pröll ha annunciato in questo contesto una conferenza specialistica internazionale in Austria per il gennaio 2006.
Infine, sotto la Presidenza austriaca, anche i lavori per il rapporto sullo stato delle Alpi dovranno essere portati a termine. A questo proposito il Ministro è interessato in particolare ad una chiara documentazione dei danni che già oggi sono ormai percepibili come conseguenza del cambiamento climatico in atto nelle Alpi.
Fonte: http://minister.lebensministerium.at/article (de)
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter