Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Le piene artificiali danneggiano l'ecologia dei corsi d'acqua

Il WWF Svizzera e la Federazione Svizzera di Pesca (FSP) mettono in guardia dalle conseguenze dei continui e repentini cambiamenti artificiali di portata provocati dalla gestione di impianti idroelettrici, in particolare per la restituzione delle acque turbinate.
Un recente studio del WWF dimostra che il quotidiano alternarsi di ondate di piena e di magre artificiali, regime dovuto alla presenza di centrali idroelettriche, ha conseguenze devastanti per l'ecosistema fluviale. Da una parte molti organismi vengono trascinati via dall'ondata di piena e poi lasciati all'asciutto dal calo improvviso della portata. Dall'altra tutto l'alveo del fiume viene intasato da materiali fini che si sedimentano, danneggiando gravemente l'habitat dell'alveo.
16 delle 17 specie di pesci rimaste a popolare il Reno Alpino sono oggi minacciate. Per fermare la scomparsa delle specie nel Reno Alpino e in altri fiumi minacciati da questa gestione degli impianti idroelettrici in Svizzera il WWF e la FSP chiedono perciò alla Federazione e al Parlamento chiare direttive per regolamentare la gestione delle centrali idroelettriche.
Fonte e info: www.wwf.ch/wwfdata/media/de/studie (de), www.wwf.ch/fr/NewsService/Nouveautes/medias (fr)
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter