Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Svizzera: nuovi ritardi per la Convenzione delle Alpi

Stenta ancora a decollare, in Svizzera, la ratifica dei protocolli attuativi della Convenzione delle Alpi. La Commissione legislativa per l'ambiente, la pianificazione territoriale e l'energia (CAPTE) del Consiglio nazionale, infatti, ha deciso che riprenderà ad occuparsi dei protocolli solo quando sarà stato presentato un nuovo rapporto sulle loro ricadute sulla legislazione nazionale e le aree montane.
In realtà, già nel 2001 il governo svizzero aveva preso atto che i protocolli non travalicano la normativa nazionale vigente, e che la loro attuazione non comporterebbe delle modifiche legislative. Per la CIPRA-Svizzera, inoltre, questo nuovo ritardo è ancora piú incomprensibile alla luce del rispetto garantito agli interessi delle aree montane, ed anche dei due rapporti integrativi dell'amministrazione federale che hanno già approfondito la materia.
Secondo Rudi Lustenberger, presidente della CAPTE, la maggioranza della Commissione è preoccupata all'idea di importare in Svizzera vincoli normativi in vigore in altri paesi, mentre la minoranza dei commissari sarebbe favorevole ad approvare tutti i nove protocolli.
Fonti: www.parlament.ch/homepage (de/fr/it/en)
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter