Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Si accentuano i contrasti regionali nelle regioni di montagna svizzere

Le regioni rurali e di montagna della Svizzera continuano a dover affrontare il problema della perdita di popolazione e della disoccupazione. Le regioni principali e le località centrali sono invece meno colpite da questo trend negativo che perdura da anni.
Questo è quanto emerge dal rapporto "Das Schweizer Berggebiet 2004 - Fakten und Zahlen" (Le regioni di montagna svizzere 2004 - fatti e cifre) del Gruppo svizzero per le regioni di montagna (SAB), che presenta statistiche aggiornate, sviluppi e scenari relativi alle regioni di montagna della Svizzera.
I cambiamenti strutturali negativi si possono qui riscontrare in particolare nel territorio interno alpino (Alto Vallese, Oberland Bernese, Uri e Grigioni), nelle valli del Giura e nella regione interna del Napf, mentre l'economia e la popolazione delle regioni del margine alpino occidentale e centrale, così come a sud nel Canton Ticino, fanno registrare una leggera crescita.
Le cause sono complesse: la posizione geografica, la trasformazione strutturale e le condizioni quadro politiche ed economiche esercitano un'influenza decisiva sullo sviluppo delle regioni di montagna. Con la Nuova Politica Regionale (NPR) la SAB auspica per il futuro una mirata promozione delle regioni di montagna.
Rapporto e fonte: SAB-Medienmitteilung Nr. 997, 05.07.2004 www.sab.ch (de/fr)
archiviato sotto:
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter