Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Introdotta tassa sul traffico di transito - i Tir svicolano

Dall'introduzione della tassa commisurata alle prestazioni per i veicoli pesanti in Austria - 22 centesimi per chilometro - il 1° gennaio, molti veicoli eludono il pedaggio utilizzando strade non soggette al pagamento, che tuttavia non sono autorizzate al traffico di transito. I dati ufficiali dovrebbero essere pubblicati alla fine di luglio. Secondo Greenpeace il traffico pesante sulle strade federali e regionali dovrebbe essere aumentato del 30%.
Perciò Greenpeace ha organizzato un'iniziativa dal 28 giugno al 2 luglio con cui intende denunciare alle autorità i Tir che cercano di sfuggire al pedaggio autostradale riversandosi sulla viabilità secondaria. Insieme ad iniziative civiche a livello locale Greenpeace chiede un'estensione del divieto di circolazione, una drastica riduzione del cosiddetto traffico in partenza e di destinazione, controlli rigorosi lungo i percorsi che consentono di evitare il pagamento della tassa e il mirato trasferimento dei trasporti sulle "autostrade viaggianti".
Intanto il 22 giugno il Comitato dei trasporti terrestri Comunità-Svizzera ha deciso di aumentare la tassa sui trasporti pesanti commisurata alle prestazioni (TTPCP), da tempo in vigore in Svizzera, di circa il 50%, in base alla classe dei veicoli, e di introdurre un limite di peso di 40 tonnellate a partire dal 2005. La TTPCP viene stabilita in base ai chilometri percorsi, il peso massimo autorizzato e alla categoria di emissioni del veicolo.
Fonte e info: www.greenpeace.at/verkehr.html (de), http://wien.arbeiterkammer.at (de), www.bav.admin.ch (de/fr/it/en), www.newsaktuell.ch/d/story.htx?nr=100476186 (de)
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter