Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Informazioni supplementari

Notizie

Bilancio positivo per i progetti di protezione del gipeto barbu-to e dell'aquila reale

L'aquila reale (Aquila chrysaetos)

L'aquila reale (Aquila chrysaetos) © http://www.altmuehltal.de/riedenburg/falken.htm

In occasione della 16a edizione delle "Settimane del Parco Nazionale" organizzate dal Parco Nazionale degli Alti Tauri nel Salisburghese (Austria), il 26 marzo sono stati presentati due progetti di protezione delle specie: "Aquila reale nelle Alpi Orientali" e "Reinserimento del gipeto barbuto nelle Alpi".
Il progetto "Aquilalp.net" servirà a intensificare la collaborazione tra le gestioni delle aree protette nelle regioni interessate. Si eseguiranno rilevamenti coordinati e standardizzati delle popolazioni dell'aquila reale in cinque aree protette delle Alpi Orientali. Benché il numero di aquile reali nelle Alpi sia stabile (circa 1200 coppie nidificanti), l'aquila reale è una specie potenzialmente minacciata, dal momento che gli interventi da parte dell'uomo possono rapidamente condurre ancora una volta a una tendenza negativa. Poiché le aquile reali sfruttano come habitat territori alquanto vasti, la sopravvivenza della specie nel lungo periodo può essere assicurata solo mediante aree protette che coprano spazi molto ampi e strategie di protezione coordinate a livello transnazionale.
Anche per quanto riguarda il progetto di protezione della specie del gipeto barbuto, il bilancio si è rivelato essenzial-mente positivo. Dal 1977 sono stati messi in libertà su tutto il territorio delle Alpi più di 100 esemplari giovani.
Fonte e informazioni: www.hohetauern.at (de), www.bartgeier.ch (de/fr/it/en), www.aquilalp.net (de/it/en)
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter