Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Positivi per la salute i lunghi soggiorni montani

Leggere escursioni come programma di fitness © CIPRA-International, Jahr der Berge 2002

L'aria di montagna fa bene anche alle persone affette da malattie cardiovascolari. Gli effetti migliori si ottengono con soggiorni ad una quota attorno ai 2000 metri per una durata di almeno tre settimane. Questo è quanto emerge da un recente studio di Thomas Becker dell'Università di Colonia.
Salendo dalla pianura si innesca una reazione di leggero stress, con l'aumento della frequenza cardiaca e respiratoria. La pressione sanguigna aumenta però solo leggermente. Dopo una fase di acclimatazione di circa sette giorni, la frequenza del polso rallenta e si abbassa la pressione sanguigna. La frequenza del polso si riduce all'85% dei valori registrati in pianura. Facili passeggiate con un dislivello fino a 500 metri rappresentano poi un training particolarmente efficace per la cura delle malattie cardiovascolari.
Dopo almeno tre settimane di soggiorno, leggere escursioni e nessuno sforzo eccessivo, gli effetti positivi si conservano fino a otto mesi dopo il ritorno in pianura.
Fonte: www.uni-koeln.de/pi/i/2003.216.htm (de)
archiviato sotto: ,
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter