Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Comunicato stampa

I giovani si assumono la responsabilità degli spazi naturali

(c) Tabea Tandler

Protezione contro le esondazioni, spazio ricreativo, prodotti agricoli – la natura fornisce all’uomo beni importanti per la sua vita. Come è possibile garantire questi servizi? E’ questa la domanda che si sono posti i partecipanti al Parlamento dei giovani per la Convenzione delle Alpi a Kamnik/S. Le conoscenze tecnico-scientifiche sono state fornite dai partner del progetto Alpine Space recharge.green.

Le prestazioni degli spazi naturali a beneficio dell’uomo sono difficili da quantificare in Euro o in Franchi. Sono invece incommensurabili. Proprio per questo i cosiddetti servizi ecosistemici devono essere considerati nelle decisioni a livello di pianificazione territoriale e legislativo. Per questo ci vogliono conoscenze e consapevolezza. Il progetto internazionale recharge.green si prefigge come obiettivo la mediazione fra protezione della natura e produzione di energie rinnovabili. Ma quale valore attribuiscono i giovani abitanti delle Alpi agli spazi naturali? Una prima idea la fornisce il Parlamento dei giovani per la Convenzione delle Alpi, Youth Parliament to the Alpine Convention (YPAC), riunitosi a Kamnik, in Slovenia, dal 16 al 20 marzo 2015.

Giovani di età compresa tra 16 e 19 anni provenienti da tutti i Paesi alpini hanno discusso sulle possibilità di garantire i servizi ecosistemici. Il risultato è una risoluzione con dieci richieste sui temi del suolo, dell’alimentazione, delle foreste e del patrimonio culturale (www.ypac.eu/resolutions). I partner sloveni di recharge.green hanno fornito le conoscenze tecnico-scientifiche. Alla fine i giovani hanno sottoposto a un rigoroso controllo le proprie richieste attraverso il dialogo con rappresentanti della politica e della Convenzione delle Alpi. La CIPRA ha accompagnato questo scambio e svolto una parte del lavoro di comunicazione dello YPAC.

Giovani come esempi per i cittadini alpini

Il messaggio di recharge.green è arrivato a destinazione presso i giovani, come mostrano le discussioni impegnate nei comitati e all’assemblea generale dell’YPAC. E non è tutto: le loro idee e la loro consapevolezza in merito al rapporto che esiste fra equilibrio della natura e benessere dell’uomo vanno molto oltre l’ambito politico definito dal Parlamento dei giovani. Le loro proposte toccano diversi ambiti della vita e sono testimonianza di un senso di responsabilità che farebbe ben figurare anche molti adulti. Gian Maria Tessarolo, delegato di Bassano di Grappa, Italia, ha giustamente osservato: «Dovremmo considerare la foresta parte della nostra vita, perché noi siamo cittadini delle Alpi.»

Acquisire consapevolezza dei valori della natura

Una richiesta centrale dei giovani prevede di attribuire un maggior peso alla sensibilizzazione. Occorre sensibilizzare maggiormente gli abitanti delle Alpi sull’immenso valore degli spazi naturali e sul loro «patrimonio culturale». In questo senso i giovani politici sono in pieno accordo con «l’alta» politica. Milan Brglez, Presidente del Parlamento sloveno dove si è tenuta l’assemblea generale dell’YPAC, ha sottolineato nel suo discorso di benvenuto: «Abbiamo soprattutto bisogno di un cambio di mentalità per riconoscere che la natura deve essere protetta non solo per le piante e gli animali, ma anche per noi stessi.» Brglez ha messo in evidenza la necessità di agire a livello di protezione della natura soprattutto in un’epoca di cambiamenti climatici.

Il 20 e 21 maggio 2015 i partecipanti all’YPAC potranno misurare l’impatto che i messaggi dei giovani hanno sugli esperti: in quell’occasione avranno la possibilità di presentare le loro richieste al convegno finale di recharge.green a Sonthofen, in Germania.

 

Il presente comunicato stampa e foto ad alta definizione sono disponibili ai seguenti indirizzi: www.recharge-green.eu/it/servizio-dinformazione/informazioni-stampa e www.ypac.eu/press.

Per eventuali chiarimenti rivolgersi a:

Nicoletta Piersantelli, Responsabile del progetto Giovani, CIPRA Internazionale, Tel. +423 237 53 10; nicoletta.piersantelli@cipra.org

Aurelia Ullrich-Schneider, Responsabile del progetto Biodiversità e paesaggio, CIPRA Internazionale
+423 237 53 08; aurelia.ullrich@cipra.org

Parlamento internazionale dei giovani con ampio sostegno

Il Parlamento dei giovani per la Convenzione delle Alpi, Youth Parliament to the Alpine Convention (YPAC), si riunisce dal 2006 ogni anno in un Paese alpino diverso. Nel 2015 è stato organizzato dal Ginnasio Rudolf Maister a Kamnik, Slovenia, e accompagnato da CIPRA, Commissione internazionale per la protezione delle Alpi, come partner ufficiale. Gli input tecnico-scientifici sono stati forniti dai partner di recharge.green, un progetto internazionale cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale nell’ambito del programma Spazio alpino. L’YPAC 2015 è stato supportato anche dal Segretariato permanente della Convenzione delle Alpi, dal Ministero dell’ambiente sloveno e dal Comune di Kamnik. www.ypac.eu (en)

Archivio Comunicati stampa

I comunicati stampa del 2009 e anteriori si trovano in “Archivio”.