Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Comunicato stampa

A proposito di ruderi, cervi e persone

(c) Heinz Heiss

In che modo lo spopolamento e l’immigrazione, la pianificazione territoriale e il cambiamento climatico influenzano la qualità della vita? Il tema centrale della SettimanaAlpina 2016, che si terrà dall’11 al 14 ottobre a Grassau/D, saranno i diversi aspetti del rapporto tra le Alpi e le persone che nel territorio alpino abitano, lavorano e trovano svago. La manifestazione è organizzata dalle principali organizzazioni attive nelle Alpi, tra le quali la CIPRA.

Chi abita in una regione alpina periferica deve affrontare quotidianamente alcune difficoltà: portare i bambini a scuola in macchina, il negozio di alimentari è aperto solo al mattino, il medico più vicino si trova a 30 chilometri di distanza.

In molti decidono dunque di emigrare, e di conseguenze i terreni non vengono più lavorati, i pascoli inselvatichiscono, le case vanno in rovina. Alcuni si rammaricano di tale evoluzione, altri si rallegrano del fatto che la natura riconquista i propri spazi. Allo stesso tempo le aree naturali nelle regioni turistiche o densamente abitate sono sottoposte a pressioni crescenti. Lo status di protezione viene messo in discussione, allentato o addirittura revocato.

Lo spazio è finito

La pianificazione territoriale dispone di alcuni strumenti per accompagnare e influenzare tali sviluppi. Rimangono tuttavia alcune resistenze, pregiudizi e paure circa il vivere in aree per nulla o scarsamente dotate di infrastrutture. Questa tematica viene approfondita dalla CIPRA nell’evento «Là dove bramisce il cervo e mormora il torrente» nella quarta edizione della Settimana Alpina dall’11 al 14 ottobre 2016 a Grassau/D. Persone esperte, quali ad esempio Patricia Rossi, che è stata in passato la direttrice del Parco Naturale delle Alpi Marittime, racconteranno le loro esperienze e discutoneranno insieme ai partecipanti le diverse ipotesi di soluzione. Durante la settimana verrà presentato anche il prossimo numero della rivista Alpinscena dal titolo «Lo spazio è finito».

Con il seminario «Noi siamo clima!», la CIPRA invita inoltre a riflettere su stili di vita e comportamenti rispettosi del clima, prendendo spunto dai progetti «Youth Alpine Express» e «100max», e incoraggia una maggior partecipazione giovanile e dei cittadini.

Plasmare il futuro

Numerose altre sessioni, tavole rotonde e stand di diversi attori alpini offrono l’opportunità di discutere insieme ed elaborare soluzioni condivise per le sfide attuali nelle Alpi.

La scelta di questo tema deriva dalla consapevolezza delle importanti sfide che si prospettano oggi alle popolazioni alpine e di come siano proprio gli attori alpini i primi  a dover prendere l’iniziativa per affrontarle.

Scopo della SettimanaAlpina è quindi condividere le esperienze alpine attuali al fine di trovare soluzioni specifiche per lo spazio alpino volte alla conservazione del suo patrimonio socioculturale e naturale anche in futuro. Con l’intento di porre in evidenza la gamma di possibili approcci e discutere le vie percorribili verso uno sviluppo sostenibile, la SettimanaAlpina 2016 incoraggerà un confronto ampio e diversificato.

Demografia, cultura e qualità della vita

L’attenzione si concentrerà su tre ambiti d’intervento: demografia, cultura e qualità della vita. Il sociologo Harald Welzer, l’antropologo culturale ed etnologo europeo Bernhard Tschofen, le promotrici di sviluppo locale Sandrine Percheval e Anne Lassmann sono solo alcuni dei numerosi relatori internazionali che parteciperanno alla discussione su questi argomenti.

Appuntamento per amici delle Alpi

La SettimanaAlpina è un evento internazionale incentrato su opportunità nuove e promettenti di sviluppo sostenibile nelle Alpi. La SettimanaAlpina si tiene ogni quattro anni ed è organizzata insieme alle principali organizzazioni alpine che si occupano di sviluppo regionale sostenibile. L’edizione 2016 della SettimanaAlpina è organizzata sotto l’egida della Presidenza tedesca della Convenzione delle Alpi.

È possibile iscriversi all’evento e prenotare una camera dal sito: www.alpweek.org

Organizzato da:

CIPRA International; Rete di comuni «Alleanza nelle Alpi»; Alleanza nelle Alpi; Programma Interreg Spazio Alpino; Associazione «Città alpina dell’anno»; Club Arc Alpin; ISCAR Alpine Research; Ökomodell Achental

Sostegno economico:

Ministero federale tedesco dell’ambiente, della tutela della natura, dell’edilizia e della sicurezza nucleare; Ministero bavarese dell’ambiente e della tutela dei consumatori.

Contatto: CIPRA International, +423 237 53 53; international@cipra.org

archiviato sotto: ,
Archivio Comunicati stampa

I comunicati stampa del 2009 e anteriori si trovano in “Archivio”.