Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

greenAlps

Le basi di greenAlps sono state fornite in particolare dai progetti Econnect e recharge.green. Econnect ha analizzato dal 2008 al 2011 in che modo si può migliorare la connettività ecologica nello spazio alpino adottando misure concrete e ha formulato in tal senso raccomandazioni politiche. Il progetto recharge.green ha sviluppato strumenti per valorizzare la biodiversità e la funzionalità degli ecosistemi alpini rispetto alla produzione di energie rinnovabili.

Nel progetto greenAlps sono state coinvolte le grandi reti alpine di ONG, aree protette e ricerca scientifica. L’applicabilità e la trasferibilità dei risultati strategici a livello europeo venivano verificate in alcune regioni pilota. La partecipazione dei Parchi nazionali del Triglav /SI, delle Alpi Calcaree/A, di Gesäuse/A e Berchtesgaden/D e del Parco naturale delle Prealpi Giulie/I ha garantito che le aree pilota rappresentino regioni alpine molto diverse.

Leadpartner di greenAlps è stata la Rete delle aree alpine protette ALPARC, inoltre sono stati coinvolti altri sette partner. La CIPRA Internazionale, come partner del progetto, è stata responsabile delle relazioni pubbliche e ha offerto sostegno a tutti i partner del progetto nello svolgimento di manifestazioni pubbliche e delle relative attività mediatiche. La Rete di comuni “Alleanza nelle Alpi” e l’associazione “Città alpina dell’anno”, in qualità di osservatori, hanno dato il loro contributo portando le esperienze e le esigenze del livello comunale.
Il progetto, durato dal settembre 2013 fino al novembre 2014, è stato cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) nell’ambito del Programma Spazio alpino.

www.greenalps-project.eu

Pubblicazioni finali del progetto

Final booklet: Connecting mountains, people, nature – Shaping the framework for an efficient European biodiversity policy for the Alps (English, printed and download): This publication gives an overview on the project results.

Rivendicazione dei diritti della natura – Raccomandazioni politiche per lo Spazio Alpino (disponibile in 5 lingue, e download): La presente pubblicazione riporta raccomandazioni relative alla modalità in cui i decisori possono attuare le politiche per la biodiversità in modo più incisivo.

Altri pubblicazioni finali

Pensare a livello globale, agire a livello locale

La connessione ecologica degli ambienti naturali riguarda spazi che sono reclamati da molti. Aurelia Ullrich-Schneider, responsabile di progetto per la biodiversità e il paesaggio presso la CIPRA Internazionale, spiega perché la politica e le amministrazioni con gli strumenti della pianificazione del territorio avrebbero la possibilità di garantire la molteplicità delle specie e degli ambienti alpini.

Leggere il punto di vista

alpMonitor