Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Sul progetto

Futuro nelle Alpi si è concluso ufficialmente alla fine del 2007.

Fare rete, favorire lo scambio

"Futuro nelle Alpi" è un progetto della Commissione Internazionale per la Protezione delle Alpi CIPRA su vasta scala per la gestione delle conoscenze volto alla promozione di uno sviluppo capace di futuro nello spazio alpino. Persone, imprese e istituzioni devono fare rete per favorire lo scambio di conoscenze e di informazioni, per metterle in pratica e dare vita a nuovi impulsi per uno sviluppo sostenibile nelle Alpi. Con questo progetto la CIPRA contribuisce all’attuazione della Convenzione delle Alpi. La durata del progetto va dal luglio 2004 a dicembre 2007.

Diffondere un sapere pratico

"Futuro nelle Alpi" fa conoscere le iniziative esistenti e quelle nuove che si prefiggono di armonizzare la protezione della natura, i bisogni della popolazione e gli obiettivi economici. In questa prospettiva le conoscenze più recenti provenienti dalla ricerca e il sapere pratico basato sulle esperienze vengono messi assieme, valutati e preparati per l’applicazione (alpKnowhow). alpService mette i risultati a disposizione di molti soggetti. I progetti pilota sostenibili che applicano tali conoscenze vengono sostenuti e seguiti in alpPerformance.

Future in the Alps diagram

Sostenibilità attraverso sei punti chiave

"Futuro nelle Alpi" affronta sei temi: Creazione di valore aggiunto regionale, Capacità d’azione sociale, Aree protette, Mobilità, Nuove forme di processi decisionali, Politiche e strumenti.

Patrimonio del sapere «alpKnowhow»

Per diversi mesi nella prima fase del progetto alpKnowhow, circa 40 esperte ed esperti da tutti i Paesi alpini hanno raccolto ed elaborato conoscenze aggiornate per ogni tema del progetto, selezionandole da ricerche e pubblicazioni così come da conoscenze basate sulle esperienze di progetti modello. Per la selezione dei saperi in "Futuro nelle Alpi" è stato elaborato un sistema di valutazione.

Trasferimento di conoscenze in incontri e attraverso i media

Per l’utilizzazione delle conoscenze a lungo termine, all’interno di alpService vengono sviluppate diverse offerte in più lingue e orientate alle necessità, che poi vengono messe a disposizione dei soggetti attivi nella prassi e nella ricerca. I seminari per operatori della regione, organizzati da "Futuro nelle Alpi" con istituzioni partner professionali, consentono un approfondimento dei temi e uno scambio di esperienze transfrontaliero. Altre possibilità di incontro personale sono offerte dai convegni internazionali ai quali "Futuro nelle Alpi" partecipa attivamente.
La CIPRA pubblicherà in forma stampata i risultati di "Futuro nelle Alpi" in un 3° Rapporto sullo stato delle Alpi, oltre che attraverso CIPRA-Info e articoli su riviste specialistiche. Un più vasto pubblico viene informato attraverso articoli pubblicati sui quotidiani.
Per quanto riguarda il formato elettronico, le Newsletter e questo sito del progetto basato su una banca dati mettono a disposizione le informazioni raccolte. Gli utenti Internet potranno ad esempio partecipare attivamente ad una serie di forum online.

Attuazione delle conoscenze in progetti e reti

Già nella prima parte del progetto, nell’ambito di "Futuro nelle Alpi" hanno avuto origine due grandi progetti internazionali. Essi appartengono alla fase del progetto denominata alpPerformance, in cui le conoscenze da "Futuro nelle Alpi" vengono messe in pratica dagli attori attivi a livello regionale. Nel progetto INTERREG IIIB NENA (Network Enterprise Alps) dieci partner da tutti i Paesi alpini si sono posti l’obiettivo di costruire una rete a livello alpino di piccole e medie imprese e di favorire in tal modo le aziende orientate alla sostenibilità.
Nell’ambito del progetto DYNALP2 i comuni dello spazio alpino mettono in pratica le raccomandazioni di "Futuro nelle Alpi". DYNALP2 è un progetto della Rete di comuni "Alleanza nelle Alpi".

Download: Pieghevole del progetto (pdf, 400 kb)

Il progetto "Futuro nelle Alpi" viene realizzato dalla Commissione Internazionale per la Protezione delle Alpi CIPRA e finanziato dalla Fondazione MAVA per la protezione della natura. Con questo progetto la CIPRA fornisce un contributo per lo sviluppo sostenibile nel territorio alpino e per l'attuazione della Convenzione delle Alpi.