Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Internazionalità = multilinguismo? Le "lingue" della CIPRA

La pubblicazione in quattro lingue dell'edizione speciale di CIPRA Info in occasione del cinquantennale è stata resa possibile dal processo sviluppatosi negli anni Novanta. Per quasi 40 anni infatti il tedesco e il francese sono state le sole lingue ufficiali della CIPRA.

La definizione delle lingue ufficiali della CIPRA è stato un argomento molto dibattuto. Fin dalla sua fondazione, nel 1952, il tedesco e il francese sono state definite lingue ufficiali. Già al momento della fondazione, tale limitazione al bilinguismo – nonostante fossero presenti nella CIPRA anche rappresentati italiani e sloveni – è stata considerata da alcuni membri una carenza.

mehrsprachigkeit Lense

Le lingue e le culture alpine nella
stessa barca durante il convegno
annuale a Bad Aussee (A) nel 1963.
© F. Lense

La maggior parte dei rappresentanti italiani e sloveni conosceva il tedesco o il francese, per cui un ampliamento non veniva considerato una necessità impellente. Inoltre si temeva che l’introduzione di altre "lingue ufficiali" avrebbe provocato un’eccessiva burocratizzazione, con relativi costi aggiuntivi, e questi pure sono stati gli argomenti portati anche in una  discussione più recente nel 1974.

Dopo il trasferimento della sede in Austria, sotto il presidente Fossel (1976–1983), si verifica un’accentuazione dell’area di lingua tedesca. In seguito il riconoscimento di altre lingue ufficiali sembra non essere più un tema all’ordine del giorno per molto tempo, nonostante rappresentanti italiani e sloveni seguitino – anche se con una continuità limitata – a far parte della CIPRA.

Solo verso la fine degli anni Ottanta, con il presidente Mario F. Broggi si giunge a un’apertura. I contatti con l’area italiana e slovena vengono intensificati. Con l’istituzione di una sede gestita a tempo pieno si ottiene anche la garanzia di una maggiore cura nel mantenere i contatti. In conseguenza di tali sviluppi, l’italiano nel 1990 e lo sloveno nel 1992 vengono riconosciute come lingue ufficiali della CIPRA.

Dopo l’ulteriore ampliamento della sede nel 1995, vengono assegnate posizioni di rilievo a persone di lingue diverse. Oltre a questo, anche l’impiego di praticanti provenienti dai diversi paesi delle Alpi ha contribuito a rafforzare il multilinguismo e l’internazionalità.