Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Convegno annuale 2000

Turismo nelle Alpi: Qualità economica – qualità ambientale

Convegno annuale della CIPRA Trento 12 - 14 ottobre 2000, Centro Servizi Culturali S.Chiara, Trento/I

Qual è l’effettivo ruolo economico del turismo nelle Alpi? Qual è l’efficacia dei cicli economici locali e regionali generati? Qual è il beneficio della popolazione: quanti posti di lavoro garantisce, qual è la distribuzione del fatturato? Di quanto turismo abbiamo bisogno? La CIPRA vuole aprire questa discussione perché è convinta che un’alta qualità economica del turismo sia un presupposto fondamentale per la sua qualità ambientale.

Nel territorio alpino vengono offerti 5 milioni di posti letto turistici; 60 milioni di turisti raggiungono ogni anno le Alpi per soggiornarvi e almeno altrettanti le visitano in giornata; il fatturato turistico nelle Alpi si aggira intorno ai 23.000 milioni di Euro, che rappresentano circa il 5% del fatturato turistico mondiale. Da qualche anno il turismo nelle Alpi è in una fase stagnante, in diverse regioni si parla già di vera e propria crisi.

L’importanza economica per le persone direttamente colpite non è chiara

Non vi sono dubbi sull'importanza economica del turismo nelle Alpi. D’altra parte c’è ampia condivisione – anche tra gli operatori turistici - sul fatto che l’impatto ambientale e sociale del turismo abbia, perlomeno in certi casi, superato i livelli di sostenibilità. Innumerevoli sono i convegni e gli studi dedicati all’individuazione di forme di turismo meno impattanti, cosiddette "dolci" o "morbide". Tuttora però c’è poca chiarezza sull’effettivo ruolo economico che il turismo riveste nelle regioni e nelle vallate alpine. Infatti, in molti casi si ha la sensazione che del complessivo fatturato turistico locale, solo una piccola parte sia destinata a produrre reddito locale, ossia posti di lavoro e quindi ricchezza nella regione turistica, mentre la maggior parte di esso sia destinata a sostenere "importazioni" di ogni genere.

Se direttamente o indirettamente l’economia turistica crea lavoro in una regione, e quindi contribuisce a garantire le necessarie condizioni economiche per la popolazione, è comunque necessario valutare in che modo e con quale efficienza di utilizzo delle risorse, le attuali tipologie di offerta turistica raggiungono lo scopo. Tale valutazione risulta maggiormente importante, se la regione interessata è particolarmente sensibile dal punto di vista ecologico come lo sono le Alpi.

La CIPRA ritiene che per il territorio alpino sia d’obbligo individuare quelle tipologie di offerta turistica che abbiano un contenuto impatto ambientale e che svolgano, al contempo, un efficace ruolo economico per la regione interessata.

Il convegno di Trento deve fornire risultati concreti
Il convegno internazionale di Trento vorrebbe quindi analizzare con molta attenzione proprio il ruolo che il turismo riveste per l’economia regionale e si pone l’obiettivo di:

  • analizzare, attraverso la presentazione di studi, il valore aggiunto prodotto dal fatturato turistico; 
     individuare le tipologie di offerta turistica che permettono localmente la migliore distribuzione del reddito
  • individuare gli investimenti più redditizi e l’impiego più razionale di risorse per lo sviluppo di una efficace economia turistica regionale
  • valutare le potenzialità e le più adatte strategie per migliorare l’efficacia dei cicli economici regionali indotti dal turismo (dall’agricoltura all’artigianato e industria locale, dall’approvvigionamento energetico all’ organizzazione e gestione dei trasporti collettivi, alle offerte culturali ecc.)
  • valutare se sia possibile raggiungere lo stesso valore aggiunto locale con un minor fatturato turistico, ma con una migliore distribuzione del reddito
  • valutare se non sia più efficace reagire alla "crisi turistica" nelle Alpi, ottimizzando i cicli economici "regionali" piuttosto che investire in grandi infrastrutture, megaeventi e costose iniziative pubblicitarie per conquistare sempre nuovi clienti.

Programma

Giovedì 12.10.2000

18.30 Apertura e benvenuto
Andreas Weissen, Presidente della CIPRA International
Saluto ai partecipanti da parte di:
Lorenzo Dellai, Presidente della Provincia Autonoma di Trento/I
Alberto Pacher, Sindaco di Trento/I
Iva Berasi, Assessore all’Ambiente, Sport e Pari opportunità, Provincia Autonoma di Trento/I

19.00 Valorizzazione ed uso di prodotti enogastronomici locali: un incentivo al turismo tutelando l’ambiente
Tavola rotonda con la partecipazione del ministro alle politiche agricole in Italia
On. Alfonso Pecoraro Scanio e rappresentanti delle associazioni di produttori del Trentino.
Condotta da Nereo Pederzolli, giornalista – Slow Food

Venerdì 13.10.2000

08.45 Qualità economica, qualità ambientale – la sfida del turismo nelle Alpi
Helmuth Moroder, Vicepresidente della CIPRA International

09.30 Aspetti socioeconomici e culturali del turismo
Hildegard Loretan, etnologa, Schweiz

10.00 Il ruolo economico del turismo nelle Alpi
Egon Smeral, WIFO, Istituto per la ricerca economica, Vienna/A

10.30 Turismo e creazione di valore aggiunto in alcune regioni alpine Tirolo, Austria
Günther Lehar, Istituto per i trasporti e il turismo, Innsbruck/A

11.30 Valle d’Aosta, Italia
Mara Manente, Direttrice del CISET, Centro Internazionale di Studi e ricerche sull’Economia Turistica, Università Ca’ Foscari, Venezia/I

12.00 Canton Berna, Svizzera
Jürg Stettler, Direttore dell’Istituto di economia turistica presso la Scuola superiore di economia di Lucerna, CH

12.30 Saint-Gervais, Francia
John Tuppen, Direttore dell’Istituto di geografia alpina, Università Joseph Fourier Grenoble/F 

14.30 Opportunità economiche del turismo "orientato" al paesaggio
Dominik Siegrist, Alpenbüro, Zurigo/CH

15.00 Tavola rotonda tra i relatori e le relatrici e discussione con il pubblico

17.00 Escursioni alle cantine vinicole del Trentino

Sabato 14.10.2000

08.45 La dimensione economica del fenomeno turistico in Trentino/I
Lorenzo Ziglio, Dirigente Servizio Statistica, Provincia Autonoma di Trento/I

09.15 Partenariati e sviluppo regionale sostenibile nel Bregenzerwald
Reinhard A. Lechner, responsabile progetto "Natur und Leben Bregenzerwald", Österreich

09.30 Effetti del parco nazionale svizzero sull’economia dell’Engadina
Irene Küpfer, Istituto di geografia dell’Università di Zurigo/CH

09.45 Commercializzazione diretta di prodotti contadini nei rifugi alpini delle Chiemgauer Alpen (Baviera e Tirolo)
Annette Mayer, responsabile del progetto, Deutschland

10.00 Le attività degli operatori turistici nel parco nazionale dello Stelvio in Sudtirolo
Dieter Popp, Futour Regionalberatung, Monaco/D

10.15 Il Patto territoriale della Val di Cembra: un'alleanza tra agricoltura e turismo
Walter Nicoletti, giornalista e consulente, Italia

11.00 Tavola rotonda: Quali prospettive per il turismo in Trentino?
Marco Benedetti, Assessore al Turismo e Industria, Provincia Autonoma di Trento
Iva Berasi, Assessore all’Ambiente, Sport e Pari opportunità, Provincia Autonoma di Trento
Geremia Gios, Direttore del Dipartimento di economia, Università degli Studi di Trento
Giorgio Rigo, Presidente Italia Nostra Trentino
Italo Craffonara, Presidente Associazione Provinciale Albergatori del Trentino

12.30 Conclusione del convegno
Helmuth Moroder, Vice-Presidente della CIPRA International

Lingue del convegno: italiano, francese, tedesco e sloveno (traduzione simultanea)

Organizzazione: CIPRA Italia

Atti dei convegni ulteriori informazioni