Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Risultati 

13 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento









Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
Punto di vista: Valle del Reno senza confini
Il convegno sulla mobilità che si è tenuto nel Liechtenstein alla fine del mese di giugno 2017 ha messo in evidenza l’assoluta necessità di una cooperazione che superi i confini nazionali. In una regione policentrica come la valle del Reno alpino è tanto più importante avere un approccio che includa il territorio nella sua interezza, ribadisce Wolfgang Pfefferkorn, responsabile di progetto della CIPRA Internazionale.
Si trova in Notizie
Precedenza per la mobilità sostenibile
Meno traffico automobilistico significa più qualità della vita. I comuni pionieri mostrano come la mobilità sostenibile si può sviluppare nelle Alpi.
Si trova in Notizie
Biogas vom Bauer wird zum Treibstoff von morgen (Biogas degli allevatori, il combustibile di domani)
Si trova in Pubblicazioni
Brennero: un corridoio verde grazie alla mobilità elettrica
Il Tirolo/A e la Provincia di Bolzano/I intendono promuovere i veicoli elettrici sull'asse del Brennero come forma di mobilità ecologica. Con la realizzazione di una rete di stazioni di ricarica "pulite", il Brennero dovrebbe diventare un "corridoio verde". Nell'ambito del progetto di e-mobility, le due regioni collaborano a un programma per la mobilità elettrica coinvolgendo anche imprese e università per elaborare un sistema di ricambio delle batterie.
Si trova in Notizie
Oh...
…l'energia ricavata da fonti rinnovabili fa muovere le auto elettriche, la forza del corpo umano le biciclette convenzionali.
Si trova in Notizie
Biogas grazie al letame: il combustibile del futuro per le auto?
Gli escrementi derivanti dall'allevamento degli animali nel cantone montano svizzero di Lucerna potrebbero essere sufficienti a rifornire di carburante 32.000 auto l'anno. È quanto emerge dallo studio "Biogas degli allevatori, il combustibile di domani" che è stato recentemente presentato dal gruppo di lavoro SwissFarmerPower. La qualità dell'aria ne trarrebbe indubbio vantaggio e si ridurrebbero le emissioni di CO2.
Si trova in Notizie
Iniziative e attività per l'attuazione della Convenzione delle Alpi a Trento
Pubbliche relazioni: la Provincia di Trento e la Città di Trento hanno pubblicato un pieghevole che spiega ai bambini e ai giovani l'importanza della Convenzione delle Alpi. Il pieghevole è stato presentato ad Aprile in una manifestazione informativa per insegnanti e studenti. Fonte e info: www.comune.tn.it (it) Mobilità: dalla metà di maggio Trento mette gratuitamente a disposizione di cittadine e cittadini 10 auto elettriche da utilizzare per le commissioni da svolgere in centro. Le "ecomobili" sono state sponsorizzate dalla Banca UniCredit. L'iniziativa rientra in un progetto per la promozione della mobilità urbana alternativa a Trento. Fonte e info: www.comune.tn.it (it)
Si trova in Notizie
Rete di città "Cities for Mobility"
Stoccarda ha dato il via alla rete mondiale di città "Cities for Mobility", all'interno della quale amministrazioni cittadine, società di trasporto, l'economia, la ricerca scientifica e la società civile si impegnano insieme per promuovere sistemi di trasporto sostenibili e capaci di futuro nelle aree urbane.
Si trova in Notizie
Mobilità nel lavoro e nella testa
«Un ingorgo è presto dimenticato, purché duri meno di dieci minuti.» 140 paia d’occhi fissavano il relatore Gerhard Fehr, esperto di economia comportamentale. In occasione del convegno internazionale sulla mobilità pendolare, che si è tenuto a metà novembre a Hard/A, Fehr ha spiegato chiaramente al suo pubblico perché la scelta del mezzo di trasporto spesso è tutt’altro che razionale.
Si trova in Notizie
Correre, ridere e imparare gli uni dagli altri
CIPRA Slovenia. Sempre più spesso i figli vengono portati a scuola in macchina dai genitori. La CIPRA Slovenia, insieme all’Istituto per la politica territoriale e all’Associazione per lo sviluppo sostenibile, sta contrastando questa tendenza: grazie al «Pedibus» le alunne e gli alunni rimangono in movimento e hanno ancor più contatti con i coetanei.
Si trova in Notizie