Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Risultati 

16 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento









Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
Pubblicazioni Troff document (with manpage macros) CIPRA Info 84: Economia nelle Alpi – Sono le persone a stabilire ciò che conta
Si trova in Pubblicazioni
Nuovi megaprogetti turistici: la salvezza delle Alpi?
I megaprogetti turistici sono fonti di speranza a livello regionale o galline dalle uova d'oro solo per i grandi investitori? Mario Broggi della Fondazione Mava per la natura si chiede chi ne tragga profitto e chi invece ci perda.
Si trova in Notizie
Volete il mercato totale?
Nel dibattito sulla politica dello sviluppo, termini come crescita, innovazione e cambiamento sono ormai abusati, constata Martin Boesch, esperto di geografia economica. Per Boesch è invece essenziale stabilire come ottenere una giustizia sociale ed economica a livello mondiale.
Si trova in Notizie
Appagamento, sussistenza e qualità della vita sono possibili senza crescita? Crescita: un modello ormai consumato
Il mondo continua a volere sempre più e sempre meglio, purché il benessere continui a crescere. Nessuno si chiede però quanto questo benessere costi – finché un giorno non sarà troppo tardi e il sistema non crollerà. Un assaggio ce lo ha dato la crisi economica. Alcune zone alpine appartengono alla categoria dei perdenti, ma alla fine le Alpi nel loro complesso potrebbero risultare vincenti, se sapranno accettare la sfida.
Si trova in Notizie
Le regioni di montagna svizzere stanno meglio
Negli ultimi anni la situazione economica delle aree montane svizzere è migliorata: questo risulta dal rapporto del Gruppo svizzero per le regioni di montagna (SAB), pubblicato all'inizio di luglio. Dal 2005 al 2008 nelle aree montane svizzere il numero degli occupati è infatti aumentato dell'1,9%.
Si trova in Notizie
La Rete dei Pirenei: potenziare l'economia nelle aree montane
Il 10 giugno scorso a Saint Gauden/F rappresentanti della politica e delle istituzioni francesi e spagnole si sono incontrati per discutere i vantaggi della creazione di una rete per lo sviluppo sociale ed economico nei Pirenei. I presenti hanno tenuto a sottolineare l'importanza di favorire la creazione di una rete che unisca attori e regioni del massiccio montuoso. Al contempo il lancio dell' "Agenda 21 Pirenei" ha raccolto ampi consensi presso i partecipanti.
Si trova in Notizie
Ai comuni montani italiani una parte degli proventi dello sfruttamento idroelettrico
L'UNCEM ha intrapreso nei mesi scorsi una serie di iniziative per scongiurare gli effetti della legge finanziaria nazionale destinata a colpire i piccoli comuni e le comunità montane in settori chiave come scuola, sanità, trasporti e agricoltura.
Si trova in Notizie
Convegno annuale della CIPRA: creatività per le aree marginali
Quest'anno il Convegno annuale della CIPRA punta i riflettori sulle aree alpine periferiche dal punto di vista socioeconomico. "Periferiche" perché l'ospedale più vicino è molto lontano e la posta apre solo al mattino, o solo in alcuni giorni della settimana, perché il richiamo delle città è sempre più forte e la natura conquista sempre più spazi. Il modello di urbanizzazione dominante offre poche prospettive a queste aree montane a scarso potenziale.
Si trova in Notizie
Le Alpi e il resto della Svizzera: chi paga - e chi ci guadagna?
Si trova in Pubblicazioni
Patto delle Alpi piemontesi
Il 22 febbraio a Torino è stato presentato il "Patto delle Alpi piemontesi" sottoscritto da vari esponenti della società civile delle valli alpine piemontesi. In questo documento, che è il risultato di un percorso di confronti ed approfondimenti iniziati nelle valli occitane piemontesi, viene denunciata l'emarginazione politica, economica e culturale della montagna piemontese rispetto ai centri di potere situati nella pianura e nelle città.
Si trova in Notizie